IKEA una ne pensa e cento ne azzecca!

Quando un marchio riesce a convincerti del fatto che scegliendo i mobili giusti può essere “super cool” anche vivere in soli 35 mq, allora quel marchio ha raggiunto un livello di successo tale da non temere alcun concorrente.

Stiamo ovviamente parlando di IKEA, multinazionale fondata nel 1943 in Svezia dall’allora diciassettenne Ingvar Kamprad che, da venditore di fiammiferi, si è guadagnato l’undicesimo posto nella classifica degli uomini più ricchi al mondo, con un patrimonio personale di circa 24 miliardi di dollari.

Cerchiamo di analizzare insieme quali sono i punti chiave che possono giustificare lo straordinario fenomeno IKEA.

Sicuramente essere riuscita a mettere insieme un team di giovani designer dalle idee “lineari e pulite” le ha permesso di brevettare una vastissima serie di mobili di qualità e sempre al passo con i tempi, innescando nei designer stessi, la voglia di far sempre del loro meglio per sfruttare la grande visibilità che il marchio svedese gli concede.

IKEA è stata molto attenta anche a contenere i costi li dove fosse possibile. La decisione di lasciare al cliente il compito di portarsi a casa la merce acquistata, infatti, genera nello stesso uno stato di soddisfazione dovuto all’immediata fruibilità dei mobili scelti.

Veniamo al capitolo assemblaggio. In questa fase si possono notare molti aspetti che IKEA ha voluto studiare attentamente per riuscire ad ottenere la giusta conclusione di quella che voleva essere una memorabile esperienza di acquisto. L’aspetto ludico celato dietro l’assemblaggio dei prodotti IKEA, permette ai clienti di cimentarsi in una sorta di “sfida”, alla fine della quale ci si sente un piccolo falegname esperto.

Inoltre, la scelta di creare un libretto delle istruzioni interamente composto da immagini a discapito della parte testuale, si è rivelata un tassello fondamentale per la buona riuscita dell’esperienza di post-acquisto. Oltre a rendere più facile l’assemblaggio delle diverse parti del prodotto, IKEA è riuscita ad ottenere un importante risparmio dei costi per la produzione di libretti dell’istruzione multi-lingua.

Ma anche in quanto a marketing e comunicazione, IKEA una ne pensa e cento ne azzecca.

Nel tempo le pubblicità di IKEA hanno colpito il pubblico per la loro capacità di raccontare i mutamenti sociali con leggerezza, ironia e normalità.

La capacità di IKEA di essere sempre all’avanguardia in tema di Marketing non convenzionale è ormai nota, ma la multinazionale dell’arredamento continua a sorprendere per la sua abilità di arrivare alla gente con idee nuove e creative.

Fino ad ora ha sempre lanciato campagne più audaci rispetto ad altri brands (un po’ come faceva anni fa Benetton): basti vedere come, con molta semplicità, si è avvicinò anche al mondo gay.

ikea_pubblicita_gay_ansa

L’ultima campagna pubblicitaria

Come al solito sentimento e capacità di penetrazione del marchio IKEA non fanno una piega neanche questa volta!

“Basta poco per crescere insieme”: questa la campagna di comunicazione che, mentre il nuovo catalogo è in distribuzione in tutta Italia, apre l’anno fiscale di IKEA.

La campagna integrata si snoda attraverso tv e web e campagna display web, raccontando i molteplici aspetti della vita a casa insieme ai figli, dai più grandi ai più piccoli. Lo spot racconta la storia di un bambino che, con l’aiuto degli altri membri della famiglia, inventa curiosi stratagemmi per cercare di crescere nel più breve tempo possibile per riuscire a prendere una misteriosa scatola rossa. Scopriremo che il nonno riuscirà a dargli una mano senza farsi accorgere, con un piccolo gesto (e l’aiuto di una brugola) che aggiunge un sorriso alla vita.

 

 

 

http://www.treesessanta.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...